POESIE - LAZIO
So' partito

Dialetto: Lazio

So' partito
Er sole arto, er mare sconfinato,
sopra 'na barca a vela rilucente,
sdraiato sopra er ponte a nun fa' gnente
co' 'na compagna che me mozza er fiato.

E 'n venticello fresco e profumato
che t'accarezza i voti de la mente,
co' l'unico pensiero ricorente
pe' quer che la cucina ha mucinato.

Solo li pesci 'ntorno a fa' rumore
lontani dalla civirtà 'mpazzita,
smariti drento er gioco der colore.

'n isola 'ncantata che mo' sfioro,
appena disegnata de matita
vicino ar portapenne de lavoro.



Traduzione in italiano

Sono partito
Il sole é alto, il mare sconfinato
sopra una barca a vela rilucente
sdraito sopra il ponte a non far niente
con una compagna che ti toglie il respiro.

Un venticello fresco e profumato
che ti accarezza la mente libera da pensieri
con l'unico pensiero ricorrente
per quel che la cucina ha preparato (mischiato).

Soltanto i pesci intorno a far rumore,
lontani dalla civiltà impazzita,
perduti dentro il gioco del colore.

Un isola incantata che ora sfioro,
appena disegnata di matita
vicino al portapenne di lavoro.


Racconto inviato da: Nolvio