RACCONTI - LOMBARDIA
Li péni de Jacumin
Ormai ottantenne Jacumin è sulla baita degli alpeggi coi quattro nipotini e la figlia Menighina. E' un pomeriggio di Luglio degli anni '80 dell'Ottocento: il figlio più giovane di Jacumin StefanLa nutizia arriva improvvisamente all'alpeggio con una triste notizia: è morto Lurens, il papà dei quattro piccoli,secondo fi glio di Jacumin, così i piccoli sono ormai orfani sia di madre che di padre. Il racconto è ambientato in Valtellina sugli alpeggi non lontani dal passo del Mortirolo.
Dialetto: Lombardia

Li péni de Jacumin
La nutizia da la mort de Lurens l'è rivada an dopu misdi pién d'acqua e de scighèra: a purtala l'è rivàa Stefan, al fioeu più giùven de Jacumin.
Lurens al segond fioeul de Jacumin l'era mort d'an culp intant che'l lavurava an d'on camp de la Fopa.
Per Jacumin che l'aveva passàa i 80 l'è stacc una mazzada. Al s'è mess la crapa tra li mane al gh'à avùu un moment da sconfort.
L'à tacàa a pensà a la sua vita: Maria, la sua miée, l'era morta 10 agn prima, al prim fioeul, Gioan du o tri agn dopu, e poeu tancc d'otri dispiasè: du fradèi mort, una cugnada e an cugnàa...
Par an moment Jacumin l'à pensà che l'era arivàa anca la sua ura. Ma lu l'era 'n omm fort e decis.
Giusto an moment e l'hà cambiàa idea:
"No ades al me tuca turnà a fà 'l pà 'n altra volta". "Gh'hò da pensa ai fioeui dal mè fioeul".
E insci la facc fina a la sua mort, quaj agn dopu


Traduzione in italiano

i dolori di Giacomino
La notizia della morte di lorenzo è arrivata un pomeriggio pieno di pioggia e di nebbia: a portarla è venuto Stefano, il figlio più giovane di Giacomino.
Lorenzo il secondo figlio di Giacomino era morto di infarto mentre lavorava in un campo della Foppa.
per Giacomino che aveva passato gli 80 anni è stata una mazzata. Si è messo la testa tra le mani e ha avuto un momento di sconforto. ha cominciato a pensare alla sua vita:
Maria, sua moglie, era morta 10 anni prima, il primo figlio, Giovanni due o tre anni dopo, e poi tanti altri lutti: due fratelli morti, una cognata e un cognato... per un momento Giacomino ha pensato che era arrivata anche la sua ora. ma lui era un uomo forte e deciso. E' stato appena un momento e ha cambiato idea: "No ora mi tocca tornare a fare il papà come tanti anni fa". "Devo pensare ai figli di mio figlio".
E così ha fatto fino alla sua morte alcuni anni dopo.

Racconto inviato da: Augusto Corbelli