POESIE - LAZIO
'Na notte stellata

Dialetto: Lazio

'Na notte stellata
Ammiro sotto n'alito de vento
er celo co' 'sto manto sconfinato,
la Luna, l'armonia de 'sto creato:
é così granne che piccolo me sento.

'Na sinfonia dall'annamento lento,
'na musica che Dio c'ha arigalato,
la sensazzione d'esse appena nato
sopra 'na briciola de firmamento.

E pe' 'gni cosa c'é 'na spiegazione
niscosta tra le pieghe d'infinito
e necessaria pe' la perfezzione.

Ma l'inperfetto esiste, Padre mio
e quarche cosa te sarà sfuggito
visto che ar monno ce sto' puro io.


Traduzione in italiano

Una notte stellata
Ammiro sotto un alito di vento
il cielo con questo manto sconfinato,
la Luna, l'armonia di questo creato:
é così grande che piccolo mi sento.

Una sinfonia dall'andamento lento,
una musica che Dio ci ha regalato,
la sensazione di essere appena nato
sopra una briciola del firmamento.

Ed ogni cosa ha una spiegazione
nascosta tra le pieghe d'infinito,
e necessaria per la perfezione.

Ma l'imperfetto esiste, Padre mio
e qualche cosa ti sarà sfuggita
visto che al mondo ci sono pure io.

Racconto inviato da: NOLVIO