POESIE - FRIULI VENEZIA GIULIA
Rughe
Poesia nella parlata veneta della Bisiacarìa in provincia di Gorizia.
Dialetto: Friuli Venezia Giulia

Rughe
De cossa te 地pénsesto ti
amor, cu値 scur de lóngo snegráde
striche de sfalt intant
che 地còntraghe del nostro
logo te torne, de cossa te 地pénsesto
che no 値 sìe la luse de un pinsiér

che no sòlache ti o mi
ma dute le crïature
le 地pensa como calcossa che senza
fín no la pól no éssar 地pensada

e ti, ta値 unbrïún, de mi te torne
che sen?a retórno credéuo 値 viazo
vìa de mi, drento sto rispìr
terno che 値 xe 値 vìvar
ta oni àtin che 値 nasse muríndo
par murír a la fín nassíndo.




Traduzione in italiano

Vie
A cosa pensi tu
amore, nella notte, lungo oscurate
strisce di asfalto mentre
verso la nostra
casa ritorni, a cosa pensi
che non sia la luce di un pensiero

che non soltanto te o me
ma ogni cosa
pensa come qualcosa che senza
fine non può non essere pensata

e tu, nell弛scurità, da me ritorni
che senza ritorno credevo il viaggio
lontano da me, dentro questo respiro
eterno che è il vivere
in ogni attimo che nasce morendo
per morire nascendo.


Racconto inviato da: Ivan Crico