POESIE - TRENTINO ALTO ADIGE
bèstie
Sto sentendo cose sempre più brutte sulla guerra in Africa, telegiornali… Ma, tutto questo, perchè? Nessuno arriva a tanto odio, solo l’umanità.
Dialetto: Trentino Alto Adige

bèstie
caröl ‘nde ‘l cör
e galerìe che par sgaòrgne
dent a pensieri vöidi
rebufi, suti

gràgole ‘n boca
saór raìš d’enziana
cervèi sgaùsi
che amor no pande pù

empresonàdi sota ‘l ciel
azur cošin, de stéle tébie
för dal nòs prà tut vert
en sgrèben par qoei altri

negùn che scólta pù
brèghei, gènt che lambìca
spetàr su l’or l’aùt
de chi no à tèmp par lori

cristi crodàn par tèra
spizi fén denti, ‘n föra
sqoèrti de lane fine
con en s’ciopet par léngua

pò sota i pèi el tó
‘l pica sèmpro pù ert
tegnùdi fiši ai rami
lašan che cròdia ‘l ciel

bèstie senza resón
föghi de tìa che möre
òmeni a tirar bròzi
ligadi a ‘n giö da bèstie

e pò valgùn sapiènt
ghe sbàra ‘i orsi




Traduzione in italiano

bèstie
tarli nel cuore
e varchi che sembrano abissi
dentro a pensieri vuoti
scarmigliati, asciutti

battole in bocca
sapore di radice di genziana
cervelli vuoti
che non mostrano più amore

imprigionati sotto il cielo
cuscino azzurro di stelle tiepide
aldilà del nostro prato verde
un arido dirupo per gli altri

nessuno ascolta più
le urla, gente che soffre
aspettando sull'orlo l'aiuto
di chi non ha tempo da perdere

come Cristi cadiamo a terra
mostriamo i denti ringhiando
coperti di lana soffice
ed un fucile al posto della lingua

poi sotto i piedi il sentiero
che pende sempre più
aggrappati ai rami
lasciamo che il cielo cada

bèstie senza ragione
fuochi fatui che muoiono
uomini a tirare il carro
legati a un giogo, da bèstie

e qualcuno più intelligente
spara agli orsi

Racconto inviato da: Giuliano Natali (Diaolin)