POESIE - CALABRIA
Scienza e natura
Sonetto del poeta Orazio Raffaele Di Landro, pubblicato su "Poeti e Poesia", mappe e percorsi, rivista internazionale n.14, agosto 2008, Casa editrice PAGINE. Qui il poeta dice che la natura segue delle regole che nessuno può modificare, e perciò l'uomo deve seguire queste regole naturali, altrimenti la natura potrebbe "ribellarsi"!
Dialetto: Calabria

Scienza e natura
Funziona sempi precisa a natura
ed agìsci da sula, né scienziati
né filosofi a rèndunu cchjù pura
e cchjù potenti, e non càngianu i dati.

E sempi a stessa è destinata u dura
secundu tempi già predestinati;
e cu leggi invariabili si cura
chi da natura stessa ennu dettati.

L'omu ogni leggi ndàvi mu si spetta,
ma soprattuttu i leggi naturali.
Perciò a natura non sopporta e jètta

tutti i progetti 'i l'intellettuali
chi sèmbranu dettati 'i Mahammetta
in modu l'omu u cerca sempi u mali.


Traduzione in italiano

Scienza e natura
Funziona sempre precisa la natura
ed agisce da sola, né scienziati
né filosofi la rendono più pura
e più potente, e non cambiano le cose.

Ed è destinata a durare per sempre
secondo tempi già fissati;
e si mantiene con leggi immutabili
che sono dettate dalla natura stessa.

L'uomo deve rispettare ogni legge,
ma soprattutto le leggi naturali.
Perciò la natura non sopporta e rifiuta

tutti i progetti degli intellettuali
che sembrano dettati da "Maometto"
in modo che l'uomo si faccia del male.

Racconto inviato da: Orazio Raffaele Di Landro