POESIE - LIGURIA
Breve tempesta

Dialetto: Liguria

Breve tempesta
Mô che-u mugugna,
ventu che-u sbatte
porte e barcui,
quindi gran trui,
lampi in ta nêutte,
âegua da-u çê.

E tosto s’issa
oudû de tâera,
d’erbe bagnâe.

Prestu però
turna tranquillu
sciù questa riva:
u canta u grillu
e nivue i s’orve,
e stelle a mille
da-u çê i ribrilla,
e-i m’intran in chêu.





Traduzione in italiano

Breve tempesta
Il mare che brontola (=mugugna),
vento che sbatte
porte e finestre,
quindi gran tuoni (=trui)
lampi nelle notte,
acqua dal cielo.

E subito (=tostu) si alza
odore di terra
d’erbe bagnate.

Presto però
torna la tranquillità
su queste rive,
canta il grillo
e le nuvole si aprono (=s’orve)
e stelle a mille
dal cielo fibrillano
e m’entrano nel cuore.

Scritta i primi giorni di giugno 1953


Racconto inviato da: Luigi Panero de Leua