POESIE - LIGURIA
O pin e mì fietta d’erba
Scritta nel gennaio 1949 e rifinita il 3 marzo 1951.
Dialetto: Liguria

O pin e mì fietta d’erba
Come a çima a son do pin
tutto d’öu se u mattin
luxe o sô….a rïo e-a canto,
m’impo drento de l’incanto
zù da tâera e sciù do çê….


Ma se-o scciuppa a tempesta
drïto o pin sciù a çima o resta
e co-i venti o se combatte
o no trëma o nö s’abbatte;
lë nö l’è come a son mì….
fietta d’erba mì vixin
ä tò forsa, o drïto pin!


Traduzione in italiano

Il pino ed io stelo di erba
Sono come la cima del pino
tutto dorato se il mattino
luccica di sole…. E rido e canto
mi riempio dentro dell’incanto
della terra e del cielo …

Ma se scoppia (=scciuppa) la tempesta
diritto (=drito) il pino resta sulla cima
e con i venti combatte
e non trema e non si abbatte:
lui (=lë) non è come sono io….
un filetto (=fietta) di erba vicino (=vixin)
alla tua forza, o pino diritto

Racconto inviato da: Luigi Panero de Leua