POESIE - CALABRIA
Testamentu bbiològicu?!
Una legge in cantiere, voluta da molti, dalle conseguenze imprevedibili, legge che sareb- be forse saggio non approvare. (Sonetto inedito)
Dialetto: Calabria

Testamentu bbiològicu?!
Na ’rea, s’è ddi bbona qualità,
spàzia nta ll’ètiri senza cunfini,
scavarca ostàculi, non àvi fini
’mmucciati, cerca sulu ’a Virità...

Tutti chidd’âtri sunnu ’rei mischini
chi nnon ànnu pi bbasi l’unistà
ma spàrgiunu na fâza rriartà
mmusrràndusi cu ffrasi sibbillini...

Sfurnandu leggi e lleggi ’n quantità
si difèndunu, forsi, i citadini?
o si ’nganna, cchiuttostu, ’a sucità?!

Si na leggi no’ nc’è … sunnu ’ssassini:
’pprovata… cunquistaru ’a mpunità
a’ facci nosrra! Simu o no cretini?!

(12-02-2009)


Traduzione in italiano

Testamento biologico?!
Un’idea, se di buona qualità,
spazia nell’etere senza confini,
scavalca ostacoli, non ha scopi
nascosti, cerca solo la Verità.

Tutte le altre sono idee meschine
che non hanno per base l’onestà
ma diffondono una falsa realtà
mostrandosi con frasi sibilline.

Sfornando leggi e leggi in quantità
si difendono, forse, i cittadini?
o è ingannata, piuttosto, la società?!

Se una legge non c’è… sono assassini;
approvata… hanno ottenuto l’impunità
alla faccia nostra! Siamo o no cretini?!

(12-02-2009)

Racconto inviato da: MAMUNI