POESIE - CALABRIA
Hey Man!

Dialetto: Calabria

Hey Man!
Genti chi và,
chi vena,
e ca macari unn’u sa’
addu’ sta ihennu
nun sa’ si sta’ partiennu
oppuramenti si sta’ ricugliennu…

Cussì è ra pena
i chini nunn’u sa’.

(Hey Man:
I hear a new era’s coming!)


E n’atra vota è ddrà!

U vi? ancora camignu
mmienz’a a ssi strati
ch’un tenanu cchiù numi:
nu viermi malignu
mi sciòddra - u canusciu! -
è cumu nu jiumi,
fa strusciu!

...E’ Crati
ssu strusciu...

Prujitim’a chitarra
(Madonnamia chi simu!)
Cantu fin a dumani.

E doppu?

…Pu’ vidimu...

Cosenza, 15/04/04






Traduzione in italiano

Hey Man!
Gente che va, che viene
e magari non sa
se stia partendo
oppure stia ritornando.

Così è la pena
di chi non lo sa.

(Hey Man:
I hear a new era’s coming!)

E un’altra voltà è là!

Lo vedi? Ancora cammino
in mezzo a queste strade
che non hanno più nome:
un verme maligno
mi distrugge- lo conosco! -
è come un fiume
fa rumore!

...E’ Crati
questo rumore...

Datemi la chitarra
(Madonna mia chi siamo!)
Canterò fino a domani.

E dopo?

…Poi vedremo...

Racconto inviato da: Benito Ciarlo