POESIE - VENETO
Un corno
"El Graspo de Thiene" - Cenacolo Poeti Veneti
Dialetto: Veneto

Un corno
Na sera ’a me mojere par zugare,
vedendo un mago a la television,
ghe xe vegnù la stramba ispirassion
cussì, par scherso, de telefonare.

Ciapà la linea, “Cossa ghe domando?
- la dise ramenando le scarsele -
Se me marìo fa i corni o xe fedele
e se xe vero che ‘l so amor l’è grando”

E ‘l ghe risponde: “Serto, el te ama ancora”.
e sistemando sfera e carte intorno:
“na volta solo el te ga fato un corno,
tanti ani fa. Ma no sta pensarghe sora.”.

Te i maghi mai la ga vudo fede,
ma sto responso el ga ingardià un sospeto
che tute ga in tel cor come un baéto
che sbusa fora quando men se crede.

Mi alora penso: vuto che par caso
gai fato i corni e no me sia inacorto?
Che, se son svejo, mai farìa sto torto,
gnanca ghin’esse mile soto el naso.

Ma me vien in mente che Brisìt Bardò
na note go sognà in me compagnìa:
che sia successo che par na magìa
la ze vegnù con mi… a far filò?


Traduzione in italiano

un corno
Un corno

Una sera a mia moglie, per giocare,
vedendo un mago alla televisione
è venuta la stramba ispirazione
così, per scherzo, di telefonare.

Presa la linea, “Cosa gli domando”?
-dice tre sé, agitandosi le tasche-;
“Se mio marito fa le corna o è fedele
e se è vero che il sua amore è grande”.
…………………………………….
E le risponde: “Certo ti ama ancora”
e sistemando sfera e carte intorno:
“Solo una volta lui ti ha fatto un corno
tanti anni fa: non ci pensar per nulla”.
……………………………………
Nei maghi mai ha avuto fede;
ma il responso ha acceso in lei un sospetto
che tutte tengono in cuor come un insetto
che salta fuori quando men si crede.

Io penso allor: vuoi proprio che per caso
io abbia fatto le corna e non mi sia accorto?
Che se son sveglio mai farei sto torto
neppur ne avessi mille sotto il naso.

E mi viene in mente che Brigitte Bardot
una notte ho sognato in compagnia:
che sia successo che per una magia
lei sia venuta con me "a far l'amor"?

Racconto inviato da: Galdino Pendin - Novoledo di