POESIE - LIGURIA
A 'n gatto

Dialetto: Liguria

A 'n gatto
Ti che ti væ e ti vëgni
dovve te pâ e ti veu
e sempre ti ritegni
de fâ i affari teu,

che a-a neutte ti te mesci
pe i borghi e pe-e calæ,
t’arröbi carne e pesci,
ti mangi a sassietæ,

ti fæ l’amô beato
con gatte sempre neuve,
ti scappi con un säto
quando pe caxo cieuve,

döçe, feroce, ardito,
pronto pe ‘na ciötâ,
che ti te fretti drïto,
solo con chi te pâ,

te invidio amigo, senti,
foscia anche tì ti-o sæ,
perché ti rappresenti
a vera libertæ.

Dialetto Genovese









Traduzione in italiano

A un gatto
Tu che vai e vieni
dove ti pare e vuoi,
e sempre ritieni
di far gli affari tuoi,

che la notte ti muovi
per borghi e per calate,
e rubi carne o pesci
e mangi a sazietà,

poi fai l’amore beato
con gatte sempre nuove,
e scappi con un salto
quando per caso piove,

dolce, feroce, ardito,
pronto per una graffiata,
che ti strofini dritto
solo con chi ti pare,

t’invidio amico, senti,
forse anche tu lo sai,
perché tu rappresenti
la vera libertà.


Racconto inviato da: Antonio Canepa