POESIE - LIGURIA
SUZANNA , SUZANNA
durante le giornate di pioggia i nonni ai nipotini raccontavano poesie e filastrocche....
Dialetto: Liguria

SUZANNA , SUZANNA
Suzanna Suzanna
rispundi a chi te ciamma,
u te ciamma u Segnù
a vegnu aù aù,
a me caugu, a me vestu,
a me cacciu zu dau lettu,
a me piu i na chitara
a me cacciu su da scaa,
a vaggu in te l'ortu
a ghe trovu in gattu mortu,
a ne piu ina gambetta,
a ne faggu i na trumbetta,
a vaggu a trumbettà
in sa porta du ferrà,
u ferrà u nu gh'ea
u gh'ea sò muiea,
ch'a faxeva i taiaen,
a me n'ha daitu in cheggiaen;
a son andà dau preve picenen
u m'ha dau in guten de ven,
a son andà dau preve mezzan
u m'ha dau i na fetta de pan,
a son andà dau preve grossu
u m'ha dau tante lagnaie in se osse,
ahi e mei osse, ahi e mei osse!


Traduzione in italiano

SUSANNA, SUSANNA
Susanna Susanna
rispondi a chi ti chiama
ti chiama il Signore
vengo subito subito
mi metto le scarpe, mi vesto
mi butto giù dal letto
mi prendo una chitarra
e scendo le scale
vado nell'orto
ci trovo un gatto morto
gli piglio una gambetta
e ci faccio una trombetta
e vado a strombettare
sulla porta del fabbro
il fabbro non c'era
c'era sua moglie
che faceva le tagliatelle
e me ne ha dato un cucchiaino
sono andata dal prete piccolo
e mi ha dato n bicchierino di vino
sono andato dal prete mezzano
e mi ha dato una fetta di pane
sono andato dl prete grosso
e mi ha dato tante legnate sulle ossahi le mie ossa, ahi le mie ossa.

Racconto inviato da: popolare sissi