POESIE - LIGURIA
Cantu de grillu

Dialetto: Liguria

Cantu de grillu
S'e fâetu nêutte:
de luna nêuva
in telu appena
u aççende vena
de luxe in mô.

Nu vuxe inturnu
che a digghe pëna
che a digghe gioia:
toxe l'ajena,
a stradda e-a campagna.

Ma d'impruvvisu
tuttu se bagna
de in lëgiu trillu,
de in scüsu rïe:
u canta u grillu.



Traduzione in italiano

Canto del grillo
S'e fatto (=fâetu) notte:
della luna nuova (=nêuva)
uno spicchio (=telu) appena:
accende (=aççende) una vena (=vena)
di luce sul mare.

Non una voce intorno
che dica pena
che dica (=digghe) gioia:
tace la sabbia (=ajena)
e la strada e la campagna.

Ma all'improvviso
tutto si bagna
di un trillo leggero (lëgiu);
di un nascosto (=scüsu) riso (=rïe):
canta il grillo.


Racconto inviato da: Luigi Panero de Leua