POESIE - LOMBARDIA
Amùr de nònu

Dialetto: Lombardia

Amùr de nònu
L sa delégua cùma néf al sul de primavéra
l mè cör quàndu carèzi i töö cavèi,
tì ta grignét cun amùr e l mè cör\ l spéra
la tùa cuntentèza, u neudìna mìa, di rìsciui dor.

Del mè fiöl ta sée l bòciul de rösa,
ta sée sénsa spìn e ta ma töghet vìa ùgni dulùr;
i töö öcc ma regòrda la mìa spùsa
quàndu ràisa curéva n di camp an fiùu.

Mài ta desmentegaròo u dulsc mè tesòr,
scamperòo sémpri n dei töö öcc celèst.
N dela tùa vìta, quàndu ta cercarée pas e afèt
regòrda l nònu che ta badentàva cui giügàtui



Traduzione in italiano

Amore di nonno
Si scioglie come neve al sole di primavera
il mio cuore quando accarezzo i tuoi capelli,
tu mi sorridi con amore e il mio animo spera
la tua felicità, o nipotina mia, dai riccioli doro.

Di mio figlio sei il bocciolo di rosa,
sei senza spine e mi togli ogni dolore;
gli occhi tuoi ricordano la mia sposa
quando fanciulla correva nei campi in fiore.

Mai ti scorderò o dolce mio tesoro,
vivrò per sempre nei tuoi azzurri occhi.
Nella tua vita, quando cercherai pace e ristoro
ricorda il nonno che ti trastullava coi balocchi.












Racconto inviato da: Ezio Maifrè