POESIE - MOLISE
'N'abbite

Dialetto: Molise

'N'abbite
Ce siè arremascte tu
dendre a scte vosche.
Ormai siè viecchie
e tiè le scenne appese
e re cumbiegne tiè
so tutte muorte,
e ne ‘nge sctiene chiù
pe candà ‘nziembre.
Ma ne te arrienne
e verde tu te viescte
jenne jettane asctime
a quisse ciele
ca apprima te fa nasce
spenzierate
e dope sctruppejea
la vita tea.
Tu ciele ca azzurrisce
chescta cima,
e può la schielle
che ‘ne disctratte sole:
famme candà ‘na notte
pe ‘scte vosche.
fusse ‘na notte; l’uldema.
Una sola!







Traduzione in italiano

Un abete
Sei rimasto tu solo
dentro il bosco
ormai sei un vecchio
con le fronde appese.
I tuoi amici
sono tutti morti
e non li trovi
per cantare insieme.
Ma non ti arrendi
e di verde ti vesti,
gettando le bestemmie
a questo cielo
che prima ti fa crescere lieto
e poi ti toglie la vita.
Tu cielo che azzurrisci
questa cima
e poi la scaldi
con un distratto sole,
permettimi di cantare
lungo il bosco;
fosse una notte.
L’ultima, una sola.


Racconto inviato da: gustavo tempesta