RACCONTI - SICILIA
Na gran mmuffittuna

Dialetto: Sicilia

Na gran mmuffittuna
Quanti voti a mamma o figghiu di 8 anni: "Unnè ti nni caricu una chi ti stampu tutti i cincu itita nta facci!"
Passa a prima, a secunda, a tezza vota, ma a quatta vota pigghia u figghiu cu un brazzu, su gira vessu di idda e ci mpuntidda na gran mmoffa cu stramma! U carusu si teni a facci cu tutti i du mani, ma non rinesci a cianciri pi quantu è studdutu. A facci l'avi russa e pa mani rossa ki avi so mamma, dda mmoffa ci brucia comu u focu! "Così t'inzigni" ci dici idda! E o carusu ci cumincia a girari a testa...


Traduzione in italiano

Un gran ceffone
Quante volte la mamma al figlio di 8 anni: "A momenti ti dò un ceffone che ti stampo tutte le cinque dita in faccia!"
Passa la prima, la seconda, la terza volta, ma alla quarta prende il figlio con un braccio, lo gira verso di lei e gli molla una gran sberla che lo stordisce! Il bambino si tiene la guancia con tutte e due le mani, ma non riesce a piangere per quanto è stordito. La guancia è completamente rossa e per via della grossa mano materna, quel ceffone gli brucia come il fuoco! "Così impari" gli dice lei! E al bambino comincia a girare la testa...