POESIE - LOMBARDIA
La couerensa

Dialetto: Lombardia

La couerensa
Disevi a touch "Lu l'è propri un amis,
l'è quel fradel che g'hu mai avou"
hui, tuti i di se trovaum in curtil, na ciciarada, un bicer, na risada
po, me ricordi, sunt stada uperada,
lu semper li a trouvam, tuti i di

Tuta la gent, però, che me vedeva
all'amicisia ghe credeva no
"el te farà el fil", la diseva "
o magari el g'ha el sò tournacount,
ocio de mirga restaga mal
se salta fora un quei cos de stran ".

"Le male lingue han sempre da dire"
mi el difendevi... beh... l'era el "mè amis,"
"vi alter l'avì mai minga capi,
sti chi a vedè se g'hu resun mi; quel che disì l'e na carugnada, parlì perchè savì minga se fa."

Poi, "porca vaca", un bel dì el g'ha bisogn,
" prestum quei cos, dopo ti i dù",
inscì nel gir de un para de mes
hu perdù i danè, i ciacer, l'amis.
El m'ha pù nanca rivolt la parola per la paura de damei indrè.

Ades l'hu vist giamò un para de volt,
el m'ha parla, el m'ha di " ti i darù"
ma mi, minga scema g'hu minga credù.
A la gent, de sicura g'he credi pù.
...el sia un amis, el sia el to mourous:
a disen l'è bianc e dopu fan rous!!!


Traduzione in italiano

La coerenza
Dicevo a tutti "Lui è proprio un amico,
è quel fratello che non ho mai avuto"
tutti i giorni ci trovavamo in cortile, una chiacchierata, un bicchiere, una risata,
poi, mi ricordo, son stata operata,
e lui era li atrovarmi, tutti i giorni.

Tutta la gente però che mi vedeva,
all'amicizia non ci credeva
"ti corteggerà" diceva
"o avrà un suo tornaconto,
attenta a non restarci male
se accade qualcosa di strano.

"Le male lingue han sempre da dire"
lo difendevo, era il "mio amico"
"Voi non avete capito,
vedrete se non ho ragione, quello che dite
è una cattiveria, parlate tanto per parlare".

Poi "porca vacca" un bel giorno ha bisogno, "prestami qualcosa (ovviamente soldi)poi te li dò".
Così nel giro di un paio di mesi
ho perso i soldi, le chiacchiere,l'amico.
Non mi ha neanche più rivolto la parola per paura di dovermeli restituire.

Adesso l'ho già visto un paio di volte,
mi ha parlato, ha detto "te li darò",
ma io non stupida, non gli ho creduto.
Alla gente di certo non credo più.
...che sia un amico, che sia il tuo ragazzo, dicono bianco e dopo fan rosso!!

Racconto inviato da: Laura Soldi