POESIE - CALABRIA
N'ingiusta distinzioni
Poesia del poeta Orazio Raffaele Di Landro che critica il modo in cui vogliono prenderci in giro i politici facendoci parlare sempre di "spread" o di altre cose del genere senza mai dirci la verità e farci capire le cose, ma confondendoci solo le idee!
Dialetto: Calabria

N'ingiusta distinzioni
U veru "spread", si vui stati attenti,
vu spiegu eu cu nu discursu chjaru:
E' tra cui unchja sempi u bufalaru
e cui non menti nenti ammenz'e denti.

U "spread" esti u campari differenti
i n'omu onestu e i n'omu ch'è usuraru.
Cchjù attu è u "spread" e cchjù ogni prepotenti
po' fari chidu chi nci veni 'mparu.

Ma si c'esti sta grandi differenza
potìmu diri, senza esitazioni,
ca non è fruttu di vera sapienza.

Horribile dictu, a Costituzioni
non difendi da chista prepotenza
anzi accetta st'ingiusta distinzioni.


Traduzione in italiano

Una ingiusta distinzione
Il vero "spread", se voi state attenti,
ve lo spiego io con un discorso chiaro:
E' tra chi si abbuffa sempre di più
e chi non mette nulla tra i denti.

Lo "spread" è il vivere in modo differente
di un uomo onesto e di un uomo che è usuraio.
Più alto è lo "spread" e più ogni prepotente
può fare tutto quello che vuole.

Ma se c'è questa grande differenza
possiamo dire, senza esitazione,
che non è frutto di vera saggezza.

Orribile a dirsi, la Costituzione
non ci difende da questa prepotenza
anzi accetta quest'ingiusta distinzione.

Racconto inviato da: Orazio Raffaele Di Landro