POESIE - CALABRIA
"Eterna mundizza"
Negli ultimi anni il problema dei rifiuti solidi urbani, meglio conosciuti come spazzatura, è uno di quelli che si trova spesso sulle pagine dei giornali. Nella mia città, Melito di Porto Salvo, questa spazzatura rimane nei cassonetti ed in mezzo la strada anche per settimane senza che nessuno dica o faccia niente.E pensare che se si cerca la parola "Melito di Porto Salvo" su Google, viene fuori "ridente cittadina che si affaccia sul mar Jonio"...tutte balle...
Dialetto: Calabria

"Eterna mundizza"
Pi’ ‘sti shrati caminu
Non sacciu ‘cchjiù
‘U me’ distinu

Iorna passai assai duri
Ora su’ stancu
Mai ‘cchjiù malatii e duluri

Surici cani e iatti
Festa ora fannu
Cu’ furchetti e piattti

‘Nte capiddhi ‘ndi ‘rrivàu
‘St’ eterna spazzatura
‘A malatìa ‘ssicuràu

Pi’ iddha postu non rinthracciamu?
Dassàmu stari
Certu nenti rischjiamu

Nenti ‘i fari avimu
A Carnevali pinzamu
D’i cosi seri ‘ndi spirdimu

Genti sempri però zitti
“Ma chi ci vo’ fari”
Mai genti cusì vitti

Nenti propriu valimu
Puviri nui pi’ ‘ddaveru
Pi’ ‘nnenti mai cumbattimu

Randi è ‘a fissazioni
Melitu uhuhuhuhu
Assai merita cunsidirazioni



Traduzione in italiano

"Solita spazzatura"
Per queste strade cammino
Non so più
Il mio desino

Giorni bruttissimi ho passato
Ora son stanco
Mai più dolori e ammalato

Topi cani e gatti
Ora fan festa
Con forchette e piatti

Così tanta è diventata
Questa solita spazzatura
La malattia è scontata

Per essa posto non troviamo?
Lasciamo stare
Sicuramente niente rischiamo

Niente da fare abbiamo
A Carnevale pensiamo
Delle cose serie ci dimentichiamo

Gente sempre ammutolita
“Ma che vuoi fare”
Mai gente così è esistita

Niente proprio valiamo
Poveri noi veramente
Per niente mai lottiamo

Grande è la fissazione
Melito uhuhuhuh
Molto merita considerazione

Racconto inviato da: Lillo Sergi