POESIE - SICILIA
SI SCIARRIA 'U DIABETI CC'O DISIU
Il Diabete litiga con il desiderio che, infine, ha la meglio
Dialetto: Sicilia

SI SCIARRIA 'U DIABETI CC'O DISIU
Si sciarria ‘u diabeti cc’o disiu
“Tutt’u mangiari è tirritoriu miu!
‘Un cosi duci? Nun si po’ tuccari!
Un piezz’i pani? Mancu l’ha pinsari!”

Lu disiu, mischinu, senza cunfuortu
Avi di pighhiari sulu…..dill’uortu,
Pipi, millinciani, scalora, ùffa…
Do stomicu ci truovi sulu muffa..

Rivà nu ‘mmitu pi nu sponsaliziu
“P’e spripuositi nun c’è propriu spaziu!”
Lu diabeti detti la cunnanna
Ma stavota mi vuotu di dda banna,

Taliu lu disiu chi mi detta
“T’a fai ‘sta mangiata biniditta?
Avi se’ misi ca si’ misu a diuni
Ch’assiemi siemmu misi a dinucchiuni….”

“Vò muriri?” lu diabeti ‘ttacca
“Talia chi ti cunsigghi’a machinetta,
Si lu zuccuru supira ducientu
Stuit ‘u mussu e jett’o ‘mmitu o vientu”

Lu disiu ‘ccittà e ‘a machinetta
Detti ‘na risposta ch’on fu perfetta….
Cientunovantanovi, chi nicchi è?
Basta pi tafaniari ‘nsochededè!



Traduzione in italiano

LITIGA IL DIABETE CON IL DESIDERIO
Litiga il diabete con il desiderio
“Tutta la dieta è competenza mia!
Un dolciume? Non si può toccare!
Un pezzo di pane? Manco lo devi pensare!”

Il desiderio, poverino, senza conforto
Ha d’attingere solo…dall’orto,
Peperoni, melenzane, scalora, ùffa…
Nello stomaco trovi solo muffa….

E’ pervenuto un invito per uno sponsalizio
“Per gli spropositi non c’è proprio spazio!”
Il diabete dette la condanna
Ma stavolta mi giro dall’altra parte,

Guardo che cosa il desiderio mi detta
“Te la fai questa mangiata benedetta?
Sono sei mesi che sei messo a digiuno
Che insieme siamo messi a ginocchioni….”

“Vuoi morire? Il diabete attacca
“Guarda che ti consiglia la macchinetta,
Se lo zucchero supera duecento
Asciugati la bocca e getta l’invito al vento”

Il desiderio accettò e la macchinetta
Diede una risposta che non fu perfetta….
Centonovantanove, che esito è?
Basta per abbuffarsi senza perché!


Racconto inviato da: Giuseppe Messina