POESIE - VENETO
EL MINCIO A BORGHETO

Dialetto: Veneto

EL MINCIO A BORGHETO
El nasse a Peschiera
dal Lago de Garda
e in un silensio de piera
a Borgheto el se sgranda

el traversa le tere
passade a la storia
par bataglie e guere
de lontana memoria.

Ghe noda i tramonti,
se gode le stele e la luna
che le se buta dai ponti
par incipriarse de s-ciuma.

El se sponsa e値 se chieta
come 値 fosse na risara
po el lassa Borgheto
e値 core su la giara

ma prima de nar
el se fa 値 segno,
inzenocià a pregar
soto 値 ponte de legno.

Intanto i arfi del vento
e値 tremolar de le piume
i volta pagine de Risorgimento
scrite qua, atorno el fiume

e da l誕qua, ósse, sussuri,
riflessi e magìa
i rampéga sui muri
a çercar poesia.



Traduzione in italiano

IL MINCIO A BORGHETTO
Nasce a Peschiera
dal Lago di Garda
e in un silenzio di pietra
a Borghetto si allarga

attraversa le terre
passate alla storia
per battaglie e guerre
di lontana memoria.

Ci nuotano i tramonti,
si divertono le stelle e la luna
che si tuffano dai ponti
per incipriarsi di schiuma.

Riposa e si calma
come fosse una risaia
poi lascia Borghetto
e corre sulla ghiaia,

ma prima di andare
si fa il segno,
inginocchiato a pregare
sotto il ponte di legno.

Intanto i respiri del vento
e il tremolare delle piume
girano pagine di Risorgimento
scritte qui attorno al fiume

e dall誕cqua, voci, sussurri,
riflessi e magia
s誕rrampicano sui muri
a cercare poesia.


Racconto inviato da: Sergio Aldrighi