POESIE - CALABRIA
"Talentu 'migranti"
Quanti calabresi (e non solo calabresi), a parte la moda o la cucina, per mancanza di mezzi o strutture sono costretti ad andare altrove, anche all'estero, per poter esprimere il loro talento che una volta espresso vengono premiati e menzionati in tutte le riviste di settore ed invitati in trasmissioni televisive. Questa è una delle pecche che l'Italia ha sempre avuto e non è mai riuscita a scrollarsela di dosso.
Dialetto: Calabria

"Talentu 'migranti"
Cu n amicu passiava
U lungomari mi gustava
Di tanti cosi parràvumu
D a mentalità ragiunàvumu

I problemi i Melitu su tanti
A protesta è latitanti
Paisi subr o mari ridenti
Non cambia mai pi nnenti

Tanti sunnu i maravigghji
Com u talentu di noshri figghji
Ccà mai tantu cunsidiratu
D athri stati poi sfruttatu

Tanti sunnu i calabrisi
Certu puru i stu paisi
Tantu cu sudura priparati
Ora n tuttu u mundu premiati

Calabrisi su e mi vantu
Sempri però mi schjiantu
Sta cosa mai finisci
Como suli chi sempri crisci

Terra noshra bella e cara
Chist' è cosa pur amara
Si ccà non resta u talentu
Progredimu sempri lentu

Non fac a qualità mali
Nti stu mundu meridionali
A cultura vera ccà nascìu
Certu nuddhu su spirdìu

S a qualita ccà vulimu
Allura aniti cumbattimu
Forza e mpegnu ci voli
Non chiddhu certu d i figghjioli

Si stu talentu hav a ristari
I mezzi avim a procurari
Si boni su sti maravigghji
Und è u futuru d i noshri figghji?


Traduzione in italiano

"Talento emigrante"
Con un amico passeggiavo
Il lungomare mi gustavo
Di tante cose parlavamo
Della mentalità discutevamo

I problemi di Melito son tanti
La protesta è latitante
Città sul mare ridente
Non cambia proprio mai niente

Tante son le meraviglie
Come il talento dei nostri figli
Qui da noi mai considerato
D altri Paesi poi sfruttato

Tantissimi sono i calabresi
Certo anche di questa città
Tanto con fatica preparati
Adesso in tutto il mondo premiati

Son calabrese e mi vanto
Però sempre mi spavento
Questa cosa mai finisce
Come il sole che sempre cresce

Terra nostra bella e cara
Questa è cosa anche amara
Se qui non rimane il talento
Il progresso è sempre lento

Non fa la qualità male
Per questo mondo meridionale
La cultura vera qui è nata
Certo nessun lha dimenticato

Se la qualità qui vogliamo
Allora insieme combattiamo
Forza ed impegno ci vuole
Non quello certo dei bambini

Se il talento qui deve restare
Gli strumenti dobbiam procurare
Se son buone queste meraviglie
Dovè il futuro dei nostri figli?

Racconto inviato da: Lillo Sergi da Melito P:S:(RC)