POESIE - UMBRIA
ER QUARTO COMANNAMENTO
anche il quarto Comandamento ci dice di onorare e rispettare i nostri genitori,il papà e la mamma. Meglio rimanere rispettosi della legge naturale, per non sbagliare e fare confusione.
Dialetto: Umbria

ER QUARTO COMANNAMENTO
Quanno che ghjàmo tutti a ‘lla Duttrina,
‘mparàssimo a mente tutt’eddìeci li Cómànnamenti
e se c’jarvène ‘n ‘ntor penzjero
sur Quarto ‘nzé scherza,ma ce ordina perdèro
de portà rispetto dar babbo e dàmmamma!
Infatti, guaj a chi ce li tòcca!
babbo è ‘n San Ghjuseppe e mamma ‘na Matonna!
Pare che ogghj li miracùli
non te li fa più niscjuno facilmente.
Ma…se ce penzi bene
quanno che ‘n omo e ‘na donna stónno ‘nzieme
e mettono ar mónno ‘n fjo…
è… er più grósso miracolo esistente
che fa’ sbaraccà tutte le scjenze!
Er modello non sfallisce , è de ardo gradimento:
maschio e femmina, capolavori sempr’ antichi e sempre nôvi!
Urdimamente quarchjtùno ,non sapènno più che fàsse e che penzàsse
ha ‘nventàto du’ modelli strani:
er Genitore 1 er Genitore 2
ròbba da non créde!
ma noântre sustù scherzo non ci stémo e ce ritémo!
Mejo de continuà a ghj’ all’antica
cor Quarto Comànnamento
“onora il patre e la matre”.
C’è anco er proverbio che dice :” chi perde la stràe vecchja pe’ la nòa
‘ngannato e cojonàto s’artrôa!”



Traduzione in italiano

IL QUARTO COMANDAMENTO
Quando andavamo tutti al Catechismo sapevamo a memoria tutti i dieci Comandamenti,e sappiamo bene che il quarto ci dice di onorare il padre e la madre e di obbedire loro.
Infatti per noi figli il papà è come un San Giuseppe e la mamma è come la Madonna.Se ci pensiamo bene il concepimento e la nascita di un figlio è proprio un miracolo,che supera tutte le scienze umane,e il modello è eccellente :Maschio e Femmina. sono capolavori antichi e sempre nuovi!
Ma ultimamente abbiamo sentito dire che qualcuno,non sapendo cosa inventare ,ha messo a credere che esiste il Genitore1 e il Genitore2 .
Ma noi non abbocchiamo facilmente su questa teoria! E' meglio continuare come sempre, e a onorare il padre e la madre.C'è anche un Proverbio che dice :" chi perde la vecchia strada per imboccarne una nuova,si ritrova ingannato e deriso!"

Racconto inviato da: Cesira Nardi