POESIE - UMBRIA
Mesà che ce sémo!
Oggi ,a volte ci sembra di stare in un mondo di gente impazzita ! Guerre ,rapine ,attentati,brutte notizie !
Dialetto: Umbria

Mesà che ce sémo!
Mesa’ che ce semo
Che s’ada veté ‘ntor mónno!
Fatti e fattàcci
latri matricolati
‘na massa de assassini dipromati!
Se po’ sapé che scòle hónno fatto?
Mesà che… cor passà der témpo
non sapènno più che studià né che penzà
‘ntor cjurvéllo, pja er sopravvento l’idea der momento
e… arrìa lu schiripìzzolo tanto pe’ cambià… e via!
che sarà sarà!
Asséa so’ tutti pazzi
e… a fàcce caso, se sarva quarchjtuno ar lume de naso!
Proprio cómo disse qujr Sant’Antonio er Grande della Tebaide
- arrierà er témpo ch’er mónno sarà pieno de matti
e quanno veterónno uno che non è
ghjrónno condicènno “tjsto è pazzo!” -
Mesà che ce sémo!


Traduzione in italiano

Mi sa che ci siamo!
Ma cosa dobbiamo vedere oggi al mondo,fatti brutti,sono tutti assassini e ladri ,ma si può sapere che scuole hanno frequentato? Col passare del tempo ,non sapendo più cosa fare ,cosa studiare ,prende il sopravvento un'idea strana e via all'azione ,senza pensare alle conseguenze! Ora sono tutti pazzi ,e a farci ben caso si salva solo qualcuno!
Proprio come disse all'epoca un certo Sant'Antonio il Grande della Tebaide: -arriverà il tempo che il Mondo sarà pieno di pazzi ,e quando vedranno uno che non è ,andranno dicendo" Questo è pazzo!" Mi sa che ci siamo!

Racconto inviato da: Cesira Nardi