POESIE - LAZIO
Poveri bòcci!
E' stata fatta una legge che punisce severamente chi abbandona gli animali. Giusto! Ma ancora non è stata fatta una legge che punisca chi abbandona gli anziani. Semplicemente pazzesco!!
Dialetto: Lazio

Poveri bòcci!
La casa vota..senza le risate..
senza parole..cose imporverate.
‘N arbero senza stelle de Natale..
da soli se sta propio tanto male..

Un tempo c’era ggente a la tua porta
mò.. nun ce sta gnisuno che je importa..
Li bòcci so’ un fastidio..so’ un impegno..
nun te vergogni?..Li lasci come un pegno!

Fa callo.. ciài bisogno de frescura..
te voi godè l’estate e la natura..
Decidi pe’ li monti..sceji er mare..
oppuro vai in vacanza ‘ndo te pare!

“In fonno cià bisogno de ‘na cura..
all’ospedale la cosa è più sicura…!”
La casa è vota..le cose imporverate..
lassàmo er boccio..godemese l’estate!


Traduzione in italiano

Poveri vecchi!
La casa è vuota..senza risate..
senza parole..le cose sono impolverate.
Un albero senza stelle di Natale..
la solitudine fa stare male.

Un tempo c'era tanta gente alla tua porta
adesso non c'è nessuno che pensi a te..
I vecchi sono un fastidio..sono impegnativi..
non ti vergogni?..Li abbandoni come un cosa lasciata in pegno!

Fa caldo..hai bisogno di fresco..
vuoi goderti l'estate e la natura..
Decidi di partire per la montagna..oppure scegli il mare..
oppure vai in vacanza dove vuoi!

" In fondo ha bisogno di una cura..
all'ospedale lo cureranno sicuramente..!"
La casa è vuota..le cose tutte impolverate..
lasciamo il vecchio..godiamoci l'estate!

Racconto inviato da: Paola Durantini