RACCONTI - PUGLIA
L' conde mbagliaseggra
Quando si ha voglia di lavorare si affrontano , senza pregiudizi e fasulli perbenismi, tutte le difficoltà della vita. Nel nostro caso vi è motivo valido per sostenere che "Il lavoro nobilita l'uomo", ma anche "impara l'arte e mettila da parte".
Dialetto: Puglia

L' conde mbagliaseggra
Ng'era na vòta......
'Nu cònde, ca cummuannava sop' a tanda paìse, ss' volz 'mbarà a 'mbaglià r' sèggra.
Tutt' quanda rirévene pp' stu fuatte, ma ìsse fuie fèrme r' vulunduà; tand' ch'arrev'ndàie lu cuape 'mbagliaseggra.
Succerìje ca, non'zàcce lu mò p'cchè, lu cònde perdìie la ch'nduèa e, mangh' a farl'apposta, carìie abbàscia f''rtùna e r'aniell' carèrn' ra r'ddésc-ta!
Iss', tanne, senza perd'se r' ch'ruagge, se mm'ttìje affà l'mbuagliasèggra.
E huaragnava, huaragnava tànd' eppò tànd', ra putué sta còmete ch' tòtta la famiglia ca t'néva 'nguolle.
E pp'ccugnùre:
A chi 'nge piace la fatìja, lu stuozz' d'ru puàne non 'ge manga maie:


Traduzione in italiano

Il conte impagliatore di sedie
C'era una volta......
Un conte, che comandava su tanti paesi, volle ad ogni costo imparare il mestiere dell'impagliatore di sedie.
Tutti quanti ridevano per questo insolito fatto, ma il conte fu fermo di volontà, tant'è che divenne, addirittura, il migliore impagliatore di sedie di tutta la contea.
Gli eventi della storia, però, cambiarono il corso della vita ed avvenne, ma non so il perché, che il conte perse la contea, cadde in disgrazia e, come si suol dire, anche gli anelli caddero dalle dita!
Ma il conte non si perse di coraggio ed iniziò a fare tranquillamente il mestiere dell'impagliatore di sedie. E guadagnava e guadagnava tanto e poi tanto da poter vivere bene e sostenere tutta la famiglia.
Per concludere:
A chi piace veramente il lavoro, il tozzo di pane non mancherà mai.

Racconto inviato da: Pasquale Castellano