POESIE - CORSICA
Ochji cari

Dialetto: Corsica

Ochji cari
Ochji cari di u mo figliòlu,
se vo' mi fighjiate pensosi,
discitati i dulori ascosi
ch'avìa cupertu di lenzòlu.

U mo core, cum'un nuciòlu,
si sgròmbula à i venti ghjielosi,
ochji cari di u mo figliòlu,
se vo' mi fighjate pensosi

M'hanu sterpatu vigna è chjiosi
perch'allevu un dolce magliòlu.
Ochji cari di u mo figliòlu,
u mo core hè cum'un bugnòlu
pienu di tanghi velenosi.


Traduzione in italiano

Occhi cari
Occhi cari del mio figliolo,
se voi mi guardate pensosi,
risvegliate dolori celati
che avevo coperto di lenzuolo

Il mio cuore, come un nocciòlo,
si sgrana ai venti gelosi,
occhi cari del mio figliolu,
se voi mi guardate pensosi

M'hanno estirpato vigna e poderi
perchè allevo un dolce magliolo.
Occhi cari del mio figliolo,
il mio cuore è come un bugliolo
pieno di spine velenose.


Racconto inviato da: Anton Francescu Filippi