POESIE - PUGLIA
Puzzæ hi
Emerge a volte prepotente la consapevolezza, e può anche essere cruda, che l'integrazione piena nel luogo dove la vita ti ha condotto è solo un'utopia. Casa tua, quella vera, quella da cui siamo partiti, è e continua a restare altrove.
Dialetto: Puglia

Puzzæ hi

Puzzæ hi æ ngæpe u mónne,
prime o dope te n’æddune:
si sæmbe foréstiére...
scine chæ te truve,te trattene,
stæ chi t’æpprætte, mæ che ce vó?
Na ‘cceræte, na pæróle, nu tzine,
e te n’æddune…
Puzzæ hi æ ngæpe u mónne,
che n’si d’ællòche,
a cæsæ tije jæ æ n’ata vie!


Traduzione in italiano

Che tu vada (lett. possa tu andare )

Che tu vada in cima al mondo,
prima o poi te n’accorgi
sei sempre un forestiero...
d’accordo potrai sentirti a tuo agio, (lett.“sì che ti trovi”)
essere amabilmente trattato (lett.“ti trattano”)
sta chi ti stima; ma che ci vuole?
un’intensità dello sguardo, una parola,
un’allusione,
e te ne accorgi
Che tu vada in cima al mondo,
non sei di qui…
Casa tua è altrove (lett.“in altra via”)!

Racconto inviato da: Vincenzo di Serracapriola (FG)