POESIE - SICILIA
Preci a li ancili

Dialetto: Sicilia

Preci a li ancili
Criaturi di luci celestiali
Che 'n Paraddisu dimurati
Picciriddi e granni prutiggiti
I nostri passi accumpagnati.
Occhiu umanu nun vi pò fissari
'A prisenza vostra... è reali!
E' fremitu d'ali,frusciu di ventu
'A percepisci l'animu attentu.
Assai genti l'anu sperimentatu
Quannu bruttu momentu anu vissutu.
Ogni grazzia apprisintati ò Patri Santu
Macari che nun meritamu tantu;
...Iddu e Vui sapiti quali
'I cori afflitti pò cunsulari.
'A Fidi nun faciti mancari!
Chista è 'a "grazzia" principali.



Traduzione in italiano

Preghiera agli angeli
Creature di luce celestiale,
Che in Paradiso dimorate;
Piccoli e grandi proteggete,
I nostri passi accompagnate.
Occhio umano non (vi) può fissare,
La vostra presenza...è reale!
E' fremito d'ali, soffio di vento,
La percepisce l'animo attento.
Molte persone l'hanno sperimentato
Quando hanno vissuto un brutto momento.
Ogni "grazia" presentate al Padre Santo
Sebbene non meritiamo tanto
...Lui e Voi conoscete quale
Può consolare i cuori afflitti
La Fede non fate mancare!
Questa è la grazia principale.


Racconto inviato da: Aurora Spina