POESIE - SICILIA
A la Davì
Breve poesia del notissimo poeta Giovanni Meli che la scrisse dedicandola a una commediante di cognome Davì che, malgrado non fosse molto giovane, cantava con buona grazia ed era una eccellente comica.
Dialetto: Sicilia

A la Davì

Sai, bella Vèneri,
Sai tu pirchì
Li grazj cùrrinu
A la Davì?

Pri fari vidiri
Chi ad iddi stà
Rèndiri amàbili
Qualunqui età.

E chi tu propria,
Tu stissa, tu,
S'iddi ti làssanu,
Nun cunti chiù.


Traduzione in italiano

Alla Davì

Sai, bella Venere,
Sai perché
Le grazie corrono
Alla Davì?

Per far vedere
Che a loro sta
Rendere amabile
Qualunque età.

E che tu proprio,
Tu stessa, tu,
Se esse ti lasciano,
Non conti più.

Racconto inviato da: Meli