POESIE - CAMPANIA
'Nu felillo 'e voce

Dialetto: Campania

'Nu felillo 'e voce

Tu ‘o saie
ca io me ne more
penzanno ‘a vita mia
senza ‘e te?
Tu ‘o saie
ca nun è vita
chesta mia
luntano ‘a te?
Tu nun ‘o saie,
nun ‘o capisce,
nun ‘o pienze!
E io che te dico,
ammore,
pe to fa capì’
senza parlà’?!
No, nun pozzo,
nun ce riesco...
Me servesse
‘a voce ‘e ‘nu soprano
pe t’alluccà’
"te voglio bbene"!
Ma pure si a tenesse...
me s’atregnesse ‘ncanna
e nun m’ascesse sciato.
E allora...
‘mmiez ‘a sti rrose
ca me profumano ‘e ghiurnate,
cu ‘nu felillo ‘e voce
te dico
"te voglio bbene"...
pe nun to fa sentì’!



Traduzione in italiano

Un filo di voce

Tu lo sai
che io muoio
pensando alla mia vita
senza di te?
Tu lo sai
che non è vita
questa mia
lontano da te?
Tu non lo sai,
non lo capisci,
non lo pensi!
E io che ti dico,
amore,
per fartelo capire
senza parlare?!
No, non posso,
non ci riesco...
Mi servirebbe
la voce di un soprano
per gridarti
"ti voglio bene"!
Ma anche se l’avessi...
mi si stringerebbe alla gola
e non mi uscirebbe fiato.
E allora...
tra queste rose
che mi profumano le giornate,
con un filo di voce
ti dico
"ti voglio bene"...
per non fartelo sentire!

Racconto inviato da: Daniela Adamo