POESIE - CAMPANIA
'Nu mosaico antico

Dialetto: Campania

'Nu mosaico antico

Ah’! Stasera...
Che bellu cielo
chino ‘e stelle,
che cuntentezza
int’ ‘a stu core!
E chella luna janca
ca sta ascenno,
int’ ‘a ‘n’azzurro
che va a notte,
me fa sunnà’
suonni sunnati,
me regne ‘o core
d’aria fresca.
Po’...
illuminato a festa...
passa ‘n’aereo
int’ ‘a stu cielo.
Che cuntrasto,
che stunatura!
Ma no… che dico...
‘Nu brivido p’ ‘a schiena...
nun è ‘o friddo...
Chistu quadro è ‘na meraviglia,
è l’urdemo piezzo
‘e ‘nu mosaico antico!
E si int’ a chill’aereo
ce stissi tu...
ah’!...
Che cosa bella
che po’ essere ‘a vita!
‘O cielo, ‘a luna, ‘e stelle,
tu cu l’aereo tuio...
E’ chesta ‘a vita mia!
Ma io sto nterra
e tu stai ncielo,
int’ ‘a chill’aereo
che è ‘o suonno
d’ ‘a vita toia.
Si io ‘na vota
putesse sta’ cu tte
int’ ‘a chella nuvola ‘e metallo
e vulà’... vulà’... vulà’...
int’ ‘a chillu mantiello blu
puntellato ‘e stelle d’oro,
c’ ‘o sciato tuio
che nun me lasciasse sciato,
ah’...
chill’aereo po’...
putesse pure carè’!



Traduzione in italiano

Un mosaico antico

Ah! Stasera...
Che bel cielo
pieno di stelle,
che contentezza
in questo cuore!
E quella luna bianca
che sta uscendo,
in un azzurro
che va a notte,
mi fa sognare
sogni sognati,
mi riempie il cuore
d’aria fresca.
Poi...
illuminato a festa...
passa un aereo
in questo cielo.
Che contrasto,
che stonatura!
Ma no, che dico...
Un brivido per la schiena...
non è il freddo...
Questo quadro è una meraviglia,
è l’ultimo pezzo
di un mosaico antico!
E se in quell’aereo
ci fossi tu...
ah!...
Che cosa bella
che può essere la vita!
Il cielo, la luna, le stelle,
tu con il tuo aereo...
E’ questa la mia vita!
Ma io sto a terra
e tu stai in cielo,
in quell’aereo
che è il sogno
della vita tua.
Se io una volta
potessi stare con te
in quella nuvola di metallo
e volare... volare... volare...
in quel mantello blu
puntellato di stelle d’oro,
con il tuo fiato
che non mi lascerebbe fiato,
ah...
quell’aereo poi
potrebbe anche cadere!






Racconto inviato da: Daniela Adamo