POESIE - CORSICA
In liberu andà
Canto indipendentista del gruppo corso CINQUI SÒ
Dialetto: Corsica

In liberu andà
Francati i seculi
Dopu tante suffranze
Fratelli
Alegri
E stanciàte i pienti
Fate nasce a vita
Fiumare impaziente
Chi sbotta l'uscii
E innacqua cuscenze

Fratelli
Dumane
Hè subitu oghje
U nostru sangue
Hè levitu novu

Per fa u pane
D'una Corsica ritrova
Per dà forza
À figlioli d'Amore
Sottu a bandera
D'una pace cumuna
Diu per maestru
E Cristu per lume

Un populu s'avanza
In liberu andà
Nant'un chjassu sputicu
E per l'eternità

Fratelli
A nostra lingua
Anch'ella hè capita
Perchè hè para
A tant'altre avà
Mai più silenzii
Per via di ferite
Un populu chi parla
Ùn si pò piantà

Un populu s'avanza
In liberu andà
Nant'un chjassu sputicu
E per l'eternità




Traduzione in italiano

Con libero passo (in libertà)
Francati i secoli
Dopo tante sofferenze
Fratelli
Allegri
E cessate i pianti
Fate nascere la vita
Fiumara impaziente
Che sfonda le porte
E innacqua le coscenze

Fratelli
Domani
È subito oggi
Il nostro sangue
È lievito nuovo

Per fare il pane
D'una Corsica ritrovata
Per dare forza
A figlioli d'Amore
Sotto la bandiera
D'una pace comuna
Dio per maestro
E Cristo per lume

Un popolo s'avanza
Con libero passo
Su un cammino sincero
E per l'eternità

Fratelli
La nostra lingua
Anch'ella è capita
Perchè è pari
A tante altre ora*
Mai più silenzii
Per via di ferite
Un popolo che parla
Non si può fermare

Un popolo s'avanza
Con libero passo
Su un cammino sincero
E per l'eternità

*Soltanto a partire degli anni '80 lo stato Francese ha permesso l'insegnamento della lingua corsa nelle scuole dell'isola. Sin'agli anni '60 era addiritura proibito per i ragazzi a scuola di chiacchierare tra di loro in quella lingua.


Racconto inviato da: Saveriu Luciani