POESIE - CALABRIA
Canzuneja a la diverza
Una canzonetta per far sorridere e divertire, questa versione è come la racconta la mia mamma.
Dialetto: Calabria

Canzuneja a la diverza

Sacciu na canzuneja a la diverza
a la diverza la vojgghiu cantari.
Mi mbattu nu sambucu e j'era cerza
njchianai mu mi li sciuppu ddui cerasi.
Mi rriva lu patruni di la gresta
"O latru chi ti rrobbi ssi cerasi!"
Mi mina cu na petra nta la testa
lu sangu mi curria di li costati.
Fujiti cu tovajgghi e muccaturi
stujatimi stu sangu di garruni.


Traduzione in italiano

Canzonetta alla rovescia

Conosco una canzonetta alla rovescia
e alla rovescia la voglio cantare.
Mi imbatto in un sambuco ed era quercia
Salii per cogliere due ciliegie.
Arriva il padrone della vigna
"O ladro perché mi rubi le ciliegie!"
Mi tira una pietra sulla testa
il sangue mi scorreva dal costato.
Correte con tovaglie e fazzoletti
asciugatemi il sangue dai talloni.



Racconto inviato da: Silvana Rechichi