POESIE - LOMBARDIA
El pioeuv d'estàa
Sono delle osservazioni sui temporali estivi a Milano: sensazioni particolari che toccano il cuore.
Dialetto: Lombardia

El pioeuv d'estàa

Senti l'odor de l'acqua,
l'è drè rivà...el tròna.
I scalmann me fan stremì
fa on cald de la Madona.

Adès che se sofega,
anca i rondin volen bàss,
ghe scapa ona quei gota,
nanca on tècc per riparass.

Scondu' sòta 'na pianta
gh'è duu o tri vegiètt
ch'in drè fa 'l pensierin
de fa "roba mazètt".

Ma Dio come l'è frègia!
Me vègn su la pèll d'òca.
Ma lasa che la vègna!
e inscì l'è ammò pòca.

La fuma in su l'asfalt,
la fa la nuvolèta.
de polver ghe n'è tanta,
ma tas che la se nèta.

La vègn giò a bachètt,
se suda anca a fa nient
l'aria la se infregìss,
ma gh'è nò de batt i dent.

In strada in sparìi tucc,
gh'è in gir pù nanca on can,
me sbròfa 'na pociaca,
e l'auto l'è già lontan.

Profum, color e musica.
Che frèsc anch'a Milan!
L'acqua l'è on ben de Dio,
Sperèm anca doman!




Traduzione in italiano

Piove in estate

Sento l'odore dell'acqua,
sta arrivando...tuona.
I lampi mi spaventano
fa un caldo della Madonna.

Adesso che si soffoca
anche le rondini volano basse
cade già qualche goccia,
neanche un tetto per ripararsi.

Nascosti sotto una pianta
ci son due o tre vecchietti
che fanno il pensierino
di far "ruba mazzetti".

Ma Dio come è fredda
mi viene la pelle d'oca
Ma lascia che venga!
Così è ancora poca.

Fuma sull'asfalto
fa la nuvoletta,
polvere ce n'è tanta
ma forse si ripulisce.

Viene giù a bacchette
si suda anche a far niente,
l'aria si sta raffreddando
ma non c'è da battere i denti.

In strada son spariti tutti
non c'è in giro neanche un cane,
mi spruzza una pozzanghera
ma l'auto è già lontana.

Profumo, colore e musica.
Che fresco anche a Milano!
L'acqua è un ben di Dio:
Speriamo anche domani!

Racconto inviato da: Loredana Moroni