POESIE - CALABRIA
Pentimentu
Preghiera di pentimento prima di ricever l'Eucarestia.
Dialetto: Calabria

Pentimentu

Mi nginojcchiu a chistu artaru,
Gesù miu non ti sdegnari;
lu peccatu smalidittu
caccimillu di lu pettu.

Jeu mi pijgghiu l'acqua santa
e mi lavu tutta quanta;
lavu puru lu me visu
vojgghiu a parti du Paradisu.

Oh ch'è bellu stu vuccuni,
comu è bellu preparatu:
pani e vinu a mia mi duni,
Gesù miu, sagramentatu.


Traduzione in italiano

Pentimento

Mi inginocchio a questo altare,
Gesù mio non ti sdegnare;
il peccato maledetto
portalo via dal mio petto.

Io prendo l'acqua santa
e mi lavo tutta quanta;
lavo pure il mio viso
voglio una parte del Paradiso.

Oh ch'è bello questo boccone,
come è bello preparato:
pane e vino a me doni
Gesù mio, santificato.

Racconto inviato da: Silvana Rechichi