POESIE - CALABRIA
Volia mu mi maritu

Dialetto: Calabria

Volia mu mi maritu

Volia mu maritu
e nno mmi vonnu;
e nno mi vonnu
ca non haju vigna.

Ora mi pijgghiu
na terra a scugnari
a vintiquattr'uri
nci la fazzu vigna.

E nta lu menzu
na funtana fari
mu mbivi la me' bella
quandu vindigna.

Manu non haju
sciuppandu gramigna
shtrudia nu voscu
carriandu pali.

Ora mu viju ad atru
quandu vindigna
poviru cori meu
comu havi e ffari.


Traduzione in italiano

Vorrei sposarmi

Vorrei sposarmi
e nessun mi vuole,
nessun mi vuole perché
non ho la vigna.

Ora predo un pezzo
di terra da lavorare
e in ventiquattr'ore
vi pianto la vigna.

E nel bel mezzo
una fontana fare
per far bere la mia bella
quando vendemmia.

Mani non ho più
tirando gramigna
rovinai un bosco
per fare i pali.

Ora vedendo un altro
quando vendemmia
il povero cuore mio
cosa può fare.





Racconto inviato da: Silvana Rechichi