POESIE - CALABRIA
Mi ccattai na vigna

Dialetto: Calabria

Mi ccattai na vigna
Trenta carrini mi ccattai na vigna
mi la ccattai supra na muntagna.

Cu si sciuppa lu grappu e cu la vigna
povira vigna mia cu si la mangia.

Tentai di fabricari nu castellu
cridendu ch'era jeu lu castellanu.

E dopu fattu, fabricatu e bellu
li jchiavi mi spariru da li mani.

Rrestai comu n'pitturi senza pinneju
comu nu cacciaturi senz'armi a mmanu.

Non si pò fabbbricari senza livellu
mancu fari l'amuri di luntanu.


Traduzione in italiano

Comprai una vigna
Con trenta carlini mi comprai una vigna,
la comprai sopra una montagna.

Chi si ruba il grappo e chi la vigna,
povera vigna mia chi se la mangia.

Tentai di fabbricare un castello,
credendo che fossi io il castellano.

E dopo fatto, fabbricato e bello,
le jchiavi mi spariron dalle mani.

Rimasi come un pittore senza pennello,
come un cacciatore senza armi in mano.

Non si può fabbricare senza livello
e nemmeno far l'amore da lontano.



Racconto inviato da: Silvana Rechichi