POESIE - PIEMONTE
Campani

Dialetto: Piemonte

Campani
Dialetto di Ara di Grignasco (Novara) Bassa Valsesia

Rüvè ca
la sei dal vendri,
santì sunè i campani
dal me pasis,
an Ara,
che
da 'nciüma al campanil
i cantu "Ave Maria".
Campani
che in sunà
a festa
quant cul dì
che 'n brac
a la mea cova
in purtami batasè.
Campani
ch'in cüntà
i ori
dla mea vita
e seguitaran cüntei
fina cul dì
che lor
ma sunaran i bot.
Campani
che pöi dopu
cun 'n ültima sunà
ma mandaran al Ronch
e, ainò da laggiü
sutta doi metri
ad terra,
cuntinuarö santii
da 'nciüma al campanil
cantè l'Ave Maria
e i lodi dal Signor./


Traduzione in italiano

Campane



Arrivar a casa
la sera del venerdì
sentir suonar le campane
del mio paese
in Ara
che
dall'alto del campanile
cantano: "Ave Maria"
Campane
che han suonato
a festa
quando quel giorno
che in braccio
a mia madrina
m'han portato a battezzare
Campane
che hanno contato
le ore
della mia vita
e continueranno contarle
fino a quel giorno
che loro
annunceranno la mia morte
Campane
che poi dopo
con un'ultima suonata
mi manderanno al cimitero
e allora da laggiù
sotto due metri di terra
continuerò a sentirle
dall'alto del campanile
cantar l'Ave Maria
e le lodi del Signore.

Racconto inviato da: Giancarlo Baragiotta