POESIE - SICILIA
Parola 'ncognita
Le parole dette di nascosto certe volte fanno gioire, ma molto spesso fanno soffrire.
Dialetto: Sicilia

Parola 'ncognita

Nedda,
sa to' parola 'ncognita
comu na spina ri ruettu
mi scasiddau lu cori.
Sapissitu quantu suffriu
stu cori i lupu, 'nta l'unuri.
E, mentri ju,
ja languennu 'ppi lu duluri
'ncuntrai..., 'ntoru ppi la strata.
"Amicu" ci rissi
"Rammilla 'nta stu pettu na curnata".
Accussi, sta spina ca è 'nta lu me' sangu,
nesci.
E 'nti la terra ...
caruta e 'nsanguliata
si cunfunni
'ntra lu pidiari
ri la genti.


Traduzione in italiano

Parola nascosta

Nella,
quella tua parola nascosta
come una spina di rovo
mi sconquassò il cuore.
Sapessi tu quanto a sofferto
questo cuore di lupo, nel suo onore.
E, nel mentre io,
andavo languendo per il dolore
incontrai..., un toro per la strada.
"Amico" gli dissi
"Dammela nel petto una cornata".
Così, questa spina che è nel sangue,
esce.
E nella terra,
caduta e insanguinata
si confonde
tra il camminare
della gente.


Racconto inviato da: Paolo Campisi