POESIE - SICILIA
Si comu 'nciru pasuali
Dedicata a Neli (Emanuele) un grande amico che stimo come un fratello.
Dialetto: Sicilia

Si comu 'nciru pasuali

Si'nta la scola ri raggiuniria
ci và na carusa troppu mariola
a tutti va 'ncuitannu,
a tutti 'cci 'runa parola.
La vampa so' r'amuri
è troppu forti,
si pò astutari sulu
'ccu la morti.
..............
E tu!, amicu Neli
ci vo' teniri ancora li fila.
Quannu,
jornu 'ppi jornu
'nzuppilu, 'nzuppilu
ti scungi lu pinzeri 'ppi l'amuri
comu 'nciru.
E, si, amicu, si propiu 'nciru pasquali,
ca t'addumò la sira ri la so' festa
e doppu 'n'annu t'astutò
cu granni sciusciuni ri ventu
fuiutu da li so' pazzi pinzeri
pirchì:...
'ppi 'nautru carusu senza testa comu a idda.


Traduzione in italiano

Sei come un cero pasquale.

Nella scuola di ragioneria
ci va una ragazza troppo mariuola
a tutti va disturbando,
a tutti gli da parola:
La fiamma del suo amore
è troppo forte
si può spegnere solo
con la morte.
....................
E tu, amico Emanuele
ci vuoi tenere ancora le fila.
Quando,
giorno dopo giorno
piano, piano
ti consumi il pensiero per l'amore
come un cero.
E, sì, amico, sei propio un cero pasquale
che ti accese la sera della sua festa
e dopo un anno ti spense
con grande soffio di vento
fuggito dai suoi pazzi pensieri
perché:...
per un'altro ragazzo senza testa come lei.

Racconto inviato da: Paolo Campisi