POESIE - CALABRIA
U jchiantu di na maritata
Questa poesia prende spunto da un fatto realmente accaduto e parla di un tempo, ormai lontano, quando le donne non avevano voce in capitolo sulla scelta del marito.
Dialetto: Calabria

U jchiantu di na maritata

Arzira cu lu luci di la luna
vitti na bbella chi si pettinava;
si la faciva la so liffatura
cu li lagrimi soi si la bagnava.

E si guardava ja facci di luna
guarda a sso` maritu e suspirava;
si la pijgghiava cu la so` furtuna
ca non ci detti a cu s'ammeritava.


Traduzione in italiano

Il rimpianto di una donna

Ieri sera con la luce della luna
ho visto una bella donna che si pettinava;
si lisciava la sua pettinatura
e con le lacrime sue se la bagnava.

Mentre si specchiava sul viso della luna
guardava suo marito e sospirava;
malediva la sua fortuna
perché non le aveva dato l'uomo che meritava.


Racconto inviato da: Silvana Rechichi