POESIE - SICILIA
Ti salutu, amica
Questa poesia la dedico a Beatrice conosciuta via e-mail tramite Dialettando.com: a lei personalmente l'ho mandata in dialetto veneto ma qui, buon sangue non mente, è in dialetto siciliano.
Dialetto: Sicilia

Ti salutu, amica

Ciau amica mia!... Ti pozzu salutari?
Cu sugnu?, e cchi bogghiu sapiri?...
Semplici, sugnu...
"Un pueta, 'npazzu, 'n'amanti"
Ca lassannu a scuma ro mari
vagnari i propi peri stanchi
penza ai banchi ri scola ra picciuttanza
e a stima ri na picciridda luntana
ri sta terra menzafricana
unni l'eccu ri 'nmentu particulari
e mistiriusu, rici 'nta ricchie,'nta cetti mumenti
o me' ventu friddusu,
'ddu'nnomu comu l'angili e ca sapi ri musica:
BEATRICI


Traduzione in italiano

Ciao, amica

Ciao amica mia!...Ti posso salutare?
Chi sono?, e cosa voglio sapere?...
Semplice, sono...
"Un poeta, un pazzo, un'amante"
Che lasciando alla spuma del mare
lambire i propri piedi stanchi
pensa ai verdi banchi di scuola
e alla stima di una bimba lontana
di questa terra semiafricana
dove l'eco di un vento esoterico
e arcano, sussurra in certi momenti
alla mia tramontana
quel nome angelico e melodioso:
BEATRICE

Racconto inviato da: Paolo Campisi