POESIE - MOLISE
'U perdone

Dialetto: Molise

'U perdone

Tra l'odio nire che t'acchiapp'u core
e 'a bontà che te sullev'a Ddie
ecch'u perdone,signe de l'amore,
che te procure stim'e simpatie.
Nasce du' core e,pù,retorn'a isse,
ce pasce de 'nu palpete cucente
che é de tenerezze e,spisse spisse,
te fà chiagne de lagrime cuntente.
E' 'na virtù ch'u core t'accarezze,
che dure quante dure tutt'a vite
e che te dà cu' timpe cchiù dulcezze.
Reste ferme pé ddint'a ni cervelle,
pure se da ssu bbene si' tradite;
ma 'u bbene che ce fà nen ce cancelle.


Traduzione in italiano

Il perdono

Tra l'odio nero che t'acchiappa il cuore
e la bontà che ti solleva a Dio
ecco il perdono,segno dell'amore,
che ti procura stima e simpatia.
Nasce dal cuore e,poi, a lui ritorna,
ci fornisce un palpito cocente
che è di tenerezza e,spesso spesso,
ti fa piangere di lagrime,contento.
E' una virtù che ti accarezza il cuore,
che dura quanto dura una vita
e che nel tempo ti rende più dolce.
Resta fermo dentro il cervello,
pure se sei tradito dal suo bene;
ma il bene che ci fa non si cancella.

Racconto inviato da: Raffaello D'Andrea