POESIE - LAZIO
8 marzo festa delle donne

Dialetto: Lazio

8 marzo festa delle donne

Si Adamo quella notte nun se fusse addormentato,
nimmanco er Padre Eterno l'avrebbe buggerato!
Nun sapeva, er poveretto,
quella costola dar petto,
quanti guai j'avrebbe procurato,
manco si l'avesse immagginato!
Ma so pe certo e pe davero,
anco si io nun c'ero,
che si l'Eterno, quella notte,
nun avesse fatto er suo dovere,
je l'avrei chiesto io...pe piacere.


Traduzione in italiano

8 marzo festa delle donne

Se Adamo quella non si fosse addormentato,
neanche Dio l'avrebbe ingannato.
Non sapeva il poverino, quella costola levata dal petto,
quanti guai gli avrebbe procurato,
neanche a immaginarlo.
Ma so di sicuro e veramente,
che se Dio quella notte,
non avesse fatto il suo dovere,
glielo avrei chiesto io, per piacere.

Racconto inviato da: Giulio Capone