POESIE - SICILIA
Iu, T'allisciu a mia moglie Bartola
L'Amore non tramonta mai, bisogna sempre essere innamorati. Anche se c'è l'età, volersi bene in una coppia migliora il sentiero che resta da percorrere lungo il fiume della vita.
Dialetto: Sicilia

Iu, T'allisciu a mia moglie Bartola

Iu t'allisciu,i to' capiddi
ca' annagati ro ventu
frustanu , u mumentu ca nasci
'nto cori ri 'npueta.
Iu sciusciu, supra li to' occi
ca' lucenti 'nta notti
taliunu u me' cori
mentri ti sonna.
Iu vasu i to' labbra
ca arrifriscati ro piaciri
struggenti si 'mpiccicanu
'nti l'arsu me cori.
Iu ti vogghiu beni
'nta carni e 'nta l'animu
e riflettu...camminannu 'ppe nostri stradi:
Ru ummiri
ri n'appassiunatu AMURI.


Traduzione in italiano

Io Ti sfioro a mia moglie Bartola

Io ti sfioro, i tuoi capelli
che cullati dal vento
frustano, l'innato momento
nel cuore di un poeta.
Io soffio, sui tuoi occhi
che luccicanti nella notte
osservano il mio cuore
mentre ti sogno.
Io bacio le tue labbra
che dissetate dal piacere
struggenti si suggellano
nell'arso mio cuore.
Io ti voglio bene
nella carne e nello spirito
e rifletto...lungo le nostre vie:
Due ombre
di un struggente AMORE.

Racconto inviato da: Paolo Campisi