POESIE - CAMPANIA
...E 'o sole s'accova int'all'onne do' mare...
E' come se il sole partecipasse alla vita di un innamorato che non sa decidersi a manifestare alla sua bella il proprio amore. Ma quando questi si decide a farlo, ride raggiante e si ferma a guardare.
Dialetto: Campania

...E 'o sole s'accova int'all'onne do' mare...
Cche sera! Cche cielo!
‘O sole se ‘mbroglia cu’ ll’onne
do’ mare ca spanna pe’ ll’aria affatàta
‘a museca iusta pi’ ‘nnammurate.
Ma ije, aucielle malato, chiagne sulàgno
e me struje pe’ tte.

…E ‘o sole s’accova int’all’onne do’ mare…

S’accosta ‘nu miérulo e dice:
“Respira chest’aria addurosa,
chiure a menànte ‘a malincunia
arracuoglie sti forze, sceta stu còre
e va, va…nun farl’aspettà”.

…E ‘o sole ca scenne int’all’onne do’ mare
canta cuntento alla luna crescente …

Sott’’a fenesta, ‘na morr’‘e strumiente
arpeggia llà attuorno,
‘nu filo d‘argiento se stacca da’ luna
e dall’uocchie lucente ‘na lacrema scenne.
I core biàte accumpagneno i suone
e nzieme sunnàmme ‘na vita d’ammore.

…E ‘o sole, annascuse int’all’onne do’ mare,
ride priàto e se ferma a guardà…




Traduzione in italiano

E il sole si nasconde nelle onde del mare...
Che sera! Che cielo!
Il sole si confonde con l’onda
del mare che effonde nell’aria fatata
la musica adatta agli innamorati.
Ma io, uccello malato, piango da solo
e mi consumo per te.
… E il sole si nasconde nell’onda del mare…

Si avvicina un merlo e mi dice:
“Respira quest’aria odorosa,
chiudi a chiave la malinconia,
raccogli le forze, sveglia il tuo cuore
e va, va… non farla aspettare”.
…E il sole che scende nelle onde del mare
canta contento alla luna crescente…

Sotto la finestra, un’orchestra di fiati
arpeggia là intorno,
un filo d’argento dalla luna si stacca
e dagli occhi lucenti una lacrima scende.
I cuori, felici, accompagnano i suoni
e insieme sogniamo una vita d’amore.
…E il sole nascosto tra le onde del mare
ride raggiante e si ferma a guardare…



Racconto inviato da: Rosalia D'Ambrosio