POESIE - SARDEGNA
Su frori prus bellu
Primavera, rinascita della natura, rinascita della vita. Cosa c'è di più bello?
Dialetto: Sardegna

Su frori prus bellu
A su mengianu
mi seu scidada chizzi chizzi
e apu biu in su xelu ancora scuriu
una biga ‘e isteddus luxentis
cun d’una luna manna e crara
chi pariat unu soli de notti.
Insaras, castiendimì in giru,
hapu firmau is ogus in sa campagna
prena de mendulas florìas
aici bella, aici profumada
ca mi seu incantada.
No creu m’hap’a scaresci mai
cussu quadru pintau
de poesia de luxis e de coloris
e totus is emozionis
chi trumbullant,
arribant a su coru
e pigant anima e corpus.
Ita spantu! No pariat berus!
Est istetiu unu sonnu
o solamenti sa realidadi
d'unu spettaculu eccezionali?
Comenti si siat, sa natura est bestìa a festa
e, scoberrendi is arricchesas
e is bellesas cuadas,
arregordat a totus su frori prus bellu,
su miraculu prus berus
e prus appassionanti de su mundu:
sa vida chi torrat a nasci.



Traduzione in italiano

Il fiore più bello
Stamattina mi sono svegliata all’alba
e ho scorto nel cielo ancora buio
una miriade di stelle luminose
e una luna grande e chiara
che sembrava il sole di notte.
Poi, volgendo lo sguardo intorno
ho scorto la campagna
ricoperta di mandorli fioriti
così bella, così profumata
che mi sono estasiata.
Non credo di poter mai dimenticare
quel quadro dipinto di poesia,
di luci e di colori
e quelle emozioni che arrivano al cuore
e sconvolgono il mio essere.
Che meraviglia! Non sembrava vero!
È stato un sogno
o soltanto la realtà di uno spettacolo
singolare?
Comunque sia, la natura è vestita a festa
e restituendo alla luce le ricchezze
e le bellezze nascoste,
ricorda a tutti il fiore più bello
il miracolo più vero
e più appassionante del mondo:
la vita che riconquista la vita.


Racconto inviato da: Rosalia D'Ambrosio