POESIE - CAMPANIA
Libbera
La vita dà a ciascuno di noi degli obblighi da assolvere che imbrigliano e condizionano a volte il nostro cammino. Eppure, si può essere liberi con se stessi, lasciando a briglia sciolte la fantasia, i pensieri delicati e i sogni di pace e d'amore, musica dei cuori.
Dialetto: Campania

Libbera
È overo, nisciune ‘e nuje è veramente
affrancato da ‘e cunzegne da’ vita.

Eppure, che ve pozzo di’?
Ije so’ libbera ‘e vulà cu’‘a fantasia
e ridere quanno ‘a voglia nun ce sta’;
so’ libbera ‘e scanaglià ll’anema mia
e pazzià cu’ i penziere antiche.

So’ libbera ‘e canta’ ‘a vita nova,
cerca’ ‘a luce ca nun sempe trove,
vule’ bbene, spera’,
sunna’ pace, fatica, amore
e fa sentere a tutte ‘a musica do’ core!



Traduzione in italiano

Libera
E’ vero, nessuno di noi è veramente
affrancato dalle consegne della vita.

Eppure, che vi posso dire?
Io sono libera di volare con la fantasia
e di ridere quando la voglia proprio non c’è;
sono libera di scandagliare l’animo mio
e giocherellare con i pensieri antichi.

Sono libera di cantare la vita nuova,
cercare uno raggio di luce che non sempre trovo,
voler bene, sperare,
sognare pace, lavoro, amore
e far sentire a tutti la musica del cuore.



Racconto inviato da: Rosalia D'Ambrosio